Marziani in romanzo

Debutto narrativo

Michele Marziani arriva in libreria con il romanzo “La trota ai tempi di Zorro” (edizioni DeriveApprodi, Roma, maggio 2006). Gli abbiamo posto due domande. Ecco le sue risposte.



Qual è l’occasione da cui è partita l’idea del libro?



L’idea di scrivere romanzi c’è da sempre. Nel 2002 lavoravo ad Esperya e con l’esplosione della bolla della new economy mi sono trovato a spasso.

Non avevo voglia di cercare lavoro, ma di fare cose che mi piacevano. Una l’ho fatta: scrivere questo libro.

La storia stava da tempo in un cassetto, era l’insieme di cose che conoscevo, che avevo incontrato, che mi piaceva mescolare.

Ho preso le cose che volevo raccontare, le ho stese su un foglio come un soggetto cinematografico e ho iniziato a dipanare la matassa di pensieri, togliendo e aggiungendo di volta in volta idee e personaggi.

Ne è uscito un romanzo corto che è tale, come foliazione, per pulizia finale: tutto quello che per me era di più l’ho tolto.



Quali intenzioni ti hanno guidato?



Sin da ragazzo ho un sogno, solo quello: fare lo scrittore. Non lo scrittore famoso, sono troppo schivo per la fama, ma il narratore di storie che fanno sognare.

Quando mi sono chiesto cosa avrei voluto fare nella vita ho pensato a qualcuno che cuoce le uova da qualche parte del mondo, legge un mio libro e brucia le uova perché sta leggendo.

A me piace leggere, io vivo gran parte del mio tempo nei libri e mi piacerebbe scrivere libri che fanno sognare, fanno venir voglia di leggere, fanno passare bene il tempo e contemporaneamente parlano di mondi difficili da raccontare.

Ne “La trota ai tempi di Zorro” scrivo di cose difficili, almeno per me, come l’alcolismo, le crisi di coppia, la crescita di un adolescente e gli scenari politici degli anni Settanta.

E poi, diciamolo, vorrei vivere scrivendo, narrando, raccontando. In parte lo faccio nella mia attività di giornalista, ma la spinta è quella di scegliere definitivamente la via della narrativa.

Chiedo troppo? Ecchiseneimporta, non è che a chiedere meno si ottenga di più.



Antonio Montanari

il Rimino – Riministoria

Vedi anche qui.

Scrivere a monari@libero.it.

Marziani in romanzoultima modifica: 2006-04-26T11:37:54+02:00da rimino
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento